Castello di Duino - Campeggio Obelisco

Vai ai contenuti

Menu principale:

Castello di Duino

Arroccato sull' ultimo sperone carsico a picco sul mare, con un panorama mozzafiato su tutto il golfo di Trieste, il Castello di Duino, risalente al XIV secolo, sorge dalle fondamenta di una precedente torre di guardia romana, che ancora oggi troneggia all'interno del cortile.
La storica dimora, tutt' ora abitata dai Principi della Torre e Tasso (Thurn und Taxis), fu musicata da Franz List che soggiornò nel castello e usò lo stesso pianoforte visibile
oggi dal pubblico; altri ospiti illustri furono Gabriele D'Annunzio, Eleonora Duse e le leggende raccontano anche della visita di Dante Alighieri, come ambasciatore di Cangrande della Scala,
che sarebbe rimasto a lungo seduto a meditare su una roccia vicina al Castello, oggi nota come "Scoglio di Dante".
Tra le tante leggende a noi piace ricordare la più romantica, e anche la più famosa, ispirata da una roccia di calcare bianco che, vista dal mare, ricorda una figura femminile avvolta in un
lungo velo: un sovrano geloso stava per gettare la sua sposa nel mare, ma il cielo, che udì le sue grida disperate, s'impietosì e la trasformò in roccia. Da allora la fanciulla lascia ogni notte
la sua "dimora" di pietra e vola nel castello per raggiungere la stanza dove aveva lasciato la culla della sua figlioletta.

Link ( italiano - inglese ) : Castello di duino

Torna ai contenuti | Torna al menu